Qui vive una fata


Ho sempre pensato di sprigionare energie positive.
Non sono una fata ovviamente, ma credo alle entità al di fuori di noi, quelle che noi umani limitati non possiamo vedere. Credo negli angeli custodi. Numerosi episodi nella mia vita mi hanno fatto pensare che esista una predisposizione alla positività. 
Positività per me non vuol dire ottimismo, non vuol dire vedere sempre e solo il bicchiere mezzo pieno. Positività è porsi in modo positivo nei confronti delle cose e delle persone e allontanarsi dalle persone che non ci fanno stare bene.
Nella mia vita, al contrario ho subito diverse negatività, sono cresciuta con una madre che mi ha insegnato che il bicchiere è sempre mezzo vuoto e che ogni cosa, se possibile, andrà male. Paura delle cose delle malattie e degli avvenimenti. Mentre lei ha continuato a crogiolarsi nella sua negatività, io mi sono ribellata e ho deciso che mi sarei circondata di positività.
Spesso vedo anch'io le cose in modo negativo, è il mio imprinting che si fa avanti, ma quasi subito cerco di scacciare quei pensieri e ribaltarli a favore.
Non voglio entrare nel merito di misuratori di energia, pranoterapia e simili perché non conosco l'argomento e non mi ci posso addentrare, so solo che più volte nel corso della mia vita, ho sentito di avere la protezione di qualcosa che è al di fuori di me e più volte ho avuto la conferma che pensare in modo positivo verso una cosa o un avvenimento, permetteva che l'avvenimento stesso si risolvesse in modo positivo.
Faccio un esempio pratico. Una volta ho regalato ad un cugino, che non riusciva a passare un difficile esame all'università, un mio oggetto che avevo trovato per strada e tenevo nel portafogli. Una vecchia moneta da dieci lire, che era stata evidentemente schiacciata e quasi inglobata nell'asfalto. Quando l'avevo trovata avevo deciso che era un portafortuna. Bene, il cugino è riuscito a superare brillantemente l'esame.
Non ho pensato mai per un momento che solo la mia moneta gli avesse permesso di passare l'esame, ci mancherebbe. Solo la sua preparazione e un pizzico di "pensiero positivo" hanno fatto la svolta.
Da quel momento, quasi per gioco è accaduto innumerevoli volte che un mio oggetto "passasse di mano" per quell'esame oppure quella visita medica che preoccupava. Non è mai accaduto che il responso fosse negativo. Lo so che qualcuno sorriderà, coincidenze, certamente coincidenze ma "positive".
Mi piace pensare che un po' di energia positiva che sprigiona da me, possa entrare in un oggetto e convincere qualcuno che quell'oggetto gli darà il coraggio per fare una cosa o superare una visita medica.
Non è tutto andato bene in casa mia, sarei un alieno, anzi ho avuto episodi di malattie dei miei familiari anche molto gravi ma superate, e io stessa ho superato prove nella vita abbastanza importanti. Nonostante questo ritengo di essere una persona fortunata, ritengo che il buon Dio mi abbia dato tanto, aiutato tanto, mandato angeli custodi a salvarmi in alcuni casi e fra i doni, mi abbia anche dato il modo di fare stare meglio gli altri.
Quindi quando ho trovato il bellissimo cartello che vedete in fotografia l'ho acquistato subito come buon auspicio e ora troneggia sopra il mio camino. Inoltre raccolgo piccoli oggetti che tengo nella borsa e che... chissà... potranno servire per infondere un po' di energie positive in qualcuno che incontro e che in quel momento ne ha bisogno. Chissà.... nulla accade mai per caso......




Commenti

  1. Io non ho bisogno di oggettini!! Ho te! =)) hehehe a parte gli scherzi... ho una fatina fatta a mano che e' in bella mostra nell' ingresso di casa...ed e' talmente bella che appena entri e la vedi, sorridi per forza!!! W la positivita'!!! =))

    RispondiElimina
  2. Quanto mi rispecchio nelle tue parole... soprattutto nell'esser cresciuta con una mamma che vede solo il bicchiere vuoto, non mezzo, tutt'ora... ha avuto ed ha una vita difficile... io invece non posso fare a meno di vederlo assolutamente pieno... forse è una forma di ribellione alla negatività che mi ha sempre circondata nella mia famiglia estesa! Io mi sveglio sempre col sorriso e penso sempre che tutto andrà meglio e se qualcosa non va si troverà il modo di aggiustarla! Solo la sera a volte ho pensieri un po cupi ma già al sorgere del sole si sciolgono come neve! Io credo agli angeli e nelle difficoltà della vita ho ricevuto sempre un buon consiglio, un sorriso oppure ho rivolto lo sguardo nella direzione giusta... basta stare attenti ai segni e saprete dove andare e cosa fare! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, non sai quanto mi conforta sapere che non sono l'unica al mondo vittima di queste cose. Purtroppo pensare negativo ti annienta. Anch'io credo che il mio sia stato un comportamento di reazione a lei. Continua così amica di esperienza. La vita riuscirà a sorriderti. Un abbraccio fraterno.

      Elimina
  3. Ciao, bellissima questa foto di questa targa, davvero spettacolare!

    La userò per un prossimo post che ho preparato. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere. Leggerò volentieri!

      Elimina

Posta un commento

POST POPOLARI

Gli account TOP di Snapchat

Le mie 10 regole per smettere di fumare

Come catalogare i vostri libri con un'APP

Periscope istruzioni al nuovo social

Tweetstar: quello che non sai su di loro