giovedì 7 giugno 2012

Curiosità astrologica




Giove congiunto al sole e a marte in bilancia, mercurio in vergine, luna in capricorno, ascendente in Ariete, venere in scorpione, saturno in sagittario trigono all’ascendente, a giove e al sole.
Non sto delirando, sto solo “recitando” alcune parti salienti della mia mappa astrale.
Oggi mi piace spiegarvi il mio rapporto con l’astrologia.
Io di carattere sono una che non crede se non vede. Una specie di S. Tommaso in gonnella, quindi vi chiederete “e questa qui cosa ha a che fare con l’astrologia?”.
Proprio perché non credo se non vedo, non mi piace nemmeno commentare negativamente una cosa se non la conosco. Quando non conosco un argomento che mi interessa molto oppure non ci credo proprio, mi documento. Mi documento così bene che alla fine su quell’argomento potrei pure tenere delle lezioni. Il passo successivo è quello di raccontare la realtà dello studio che ho fatto con consapevolezza di proprietà della materia, oppure “combattere” una cosa sbagliata, una bufala, un’idea che non condivido con cognizione di causa.
Così è avvenuto con l’Astrologia.
Non ci credevo, non ci credevo per niente. Mi sembrava una cosa per allocchi, per chi crede in maghi e cartomanti, in quel periodo, e vi assicuro che è un classico avvicinarsi a questa materia quando ci sono scelte importanti da fare, avendo avuto quindi occasione di conoscere un Astrologo, mi sono documentata per smontare le sue chiacchiere.
Allora molti anni fa, mi sono comprata dei libri, ho comprato le Effemeridi (che non è una brutta malattia ma la posizione dei pianeti rilevata astronomicamente) ho letto Discepolo, Volguine, Klokler, Morpurgo tanto per citarne alcuni, mi sono iscritta al C.I.D.A. (Centro Italiano di Astrologia) del quale per un certo periodo sono stata anche "corrispondente" per Parma, ricevo ancora la rivista "Linguaggio Astrale". Ho imparato quindi a calcolare una Mappa astrale che altro non è che la fotografia del momento della nostra nascita, e vi assicuro che il calcolo non è per niente facile, ho cercato latitudini e longitudini, ho imparato cosa sono i transiti, gli aspetti fra i pianeti, le sinastrie, la rivoluzione solare e tutto quanto era necessario imparare. Ho utilizzato parenti e amici per stendere la loro mappa astrale e studiarla, ma poiché con i parenti e gli amici è troppo facile sapere come sono fatti, ho utilizzato persone sconosciute per vedere se le mie “letture” sul loro carattere o sul momento che stavano vivendo erano corrette. La cosa funzionava.
Bene, è evidente che non vi farò qui né una lezione né un trattato di Astrologia, ma quando ho tirato le fila di tutto quello che avevo letto, ho scoperto che non è un caso che l’Astrologia esista da millenni. Circa 3500 anni per l’esattezza. E che proprio lo studio dei pianeti per capirne il loro influsso sull'uomo, abbia posto le basi per l'Astronomia moderna.
Non sono astrologa, la mia professione è un'altra, diciamo che mi diletto, che l’astrologia è un hobby, non esercito e non faccio astrologia per amici e parenti. Non guardo tutti i giorni la mia mappa astrale, vivo una vita normale, so che esiste l’astrologia così come so che esiste la geologia o l’arte teatrale.  Una volta capito i meccanismi, mi piace documentarmi e vedere quando un problema o un disagio sarà risolto.
Quello che segue è quello che ho capito e non me ne vogliano gli Astrologi veri se scriverò qualche sciocchezza.
Prima di tutto ho capito che l’astrologia si basa su cose concrete. Si basa sull’Astronomia che è scienza e per l’astrologia si utilizza la posizione dei pianeti in un dato momento. Astrologia non è una scienza, se mai è basata sulla statistica. Si fonda sulla posizione dei pianeti e  su calcoli matematici e … come sapete la matematica non è un’opinione. 
Quelli di voi che credono nella luna che alza le maree, che fa decidere quando imbottigliare il vino altrimenti scappa, che hanno notato che se ti tagli i capelli in luna calante ti crescono di meno che se li tagli con la luna crescente, se credete ad un contadino che vi dice quando dovete seminare o raccogliere, se credete al cambiamento del tempo dopo che si è fatta la luna, se credete nell’aumento delle nascite quando si fa la luna nuova o quando c’è luna piena, allora dovete credere anche all’Astrologia. Sempre di pianeti si parla, anche se sono più lontani e anche se sono invisibili ad occhio nudo.
L’Astrologia è interpretazione, l’astrologia ha parametri precisi di lettura di una mappa, studiati nel corso dei secoli. Nell’antichità i re e i faraoni non muovevano un muscolo senza consultare un astrologo.
Poi, fra gli astrologi di professione, ci sono (come in tutte le professioni peraltro) quelli bravi, quelli molto bravi, quelli che non ci beccano, quelli che sono millantatori e rovinano tutta la categoria.
Astrologia non vuol dire che chi è nato nel vostro stesso giorno sarà uguale a voi, perché dipende dalla posizione delle “case” , cioè la divisione in settori della mappa astrale che permetterà di individuare un dato pianeta come si comporterà, inoltre pianeti veloci come la luna, potrebbero fare la differenza fra voi e uno che è nato a due ore di distanza. Addirittura due mappe uguali non significano esattamente la stessa modalità di comportamento, ma uguali talenti usati in modo diverso.
Mi piace pensare infatti che la mappa astrale sia una “manciata” di talenti buttata a caso in un cerchio dal destino. Sta poi al libero arbitrio di ciascuno utilizzare i talenti al bene o al male, ignorarli o farli fruttare.
Non dimenticate infatti che una persona ad esempio molto molto intelligente può decidere se usare la sua intelligenza per trovare il vaccino per una malattia rara oppure rapinare forzieri blindati in una banca. Sempre uso di intelligenza si tratta.
Detto questo avrete capito che gli oroscopi che leggete sul giornale, altro non sono che la spiegazione pratica del passaggio dei pianeti sul sole, per capirci il luogo dove cade il sole nella mappa di nascita e che corrisponde al vostro segno zodiacale (io ad esempio sono Bilancia), ma sarà una lettura parziale, orba di tutti quegli altri elementi che compongono una mappa astrale, case e pianeti correttamente posizionati. Non lamentatevi quindi se qualcuno vi dice che è una bellissima giornata perché venere sta passando sul vostro sole natale e poi litigate con il fidanzato, magari lì, vicino al sole, c'è il litigioso marte e la vostra bella giornata è funestata da questa coincidenza.
Ho imparato che chi non crede all’astrologia, è perché non crede agli oroscopi che legge sul giornale, senza aver mai consultato un astrologo e capito quali sono i suoi punti “grilletto” che fanno scattare un determinato problema o reazione.
Ho imparato che le persone non cambiano, ho imparato che con alcune persone puoi convivere e con altre no, ho imparato che certi periodi neri della vita hanno un inizio e una fine ben preciso e sono strettamente legati a dei transiti astronomici.
Ho imparato che giove, che viene così decantato per le sue virtù di fortuna, è un pianeta che “dilata” quindi dilata le cose belle, ma dilata anche i problemi e in alcuni periodi dilata anche l’aspetto fisico.
Ho imparato che saturno è un pianeta di privazione ma è anche un pianeta di crescita, un pianeta che consolida, un pianeta che alla fine lascia qualcosa di costruito, come una casa in mattoni.
Ho imparato che c’è un tempo per ogni cosa, che occorre sfruttare le potenzialità di ogni momento della vita (anche negativo).
Ho capito che di fronte alle avversità non ti puoi adagiare ma devi sfruttare il momento anche per qualcosa di utile per il tuo futuro. Ho capito che quando va tutto bene, non ti devi adagiare ma devi allargare questo bene agli altri per non sprecarlo.
Poi ho imparato che, a volte mostro il mio lato gioviale e a volte mostro il mio lato marziano. Ma che sono sempre io, dipende in quel momento che cosa viene stimolato e soprattutto cosa io permetto di emergere.
Libero arbitrio sempre, artefici del nostro destino sempre. Nessun condizionamento, solo passaggi che ci devono convincere ad agire in un modo o nell’altro e se del caso a correggere il tiro.
E’ come se fuori piovesse e facesse freddo e noi decidessimo di uscire con l’ombrello oppure decidessimo di uscire mezzi nudi. La reazione del nostro corpo e del nostro umore sarebbe diversa. Che ne dite?
Quindi ora che sapete il mio pensiero, tirate dritto per la vostra strada credendo o non credendo all’Astrologia, non stupitevi se l’oroscopo del giorno non vi calza, perché se l’astrologo che lo scrive, conoscesse tutta la vostra mappa astrale vi scriverebbe un oroscopo personalizzato e molto più mirato, fate quello che vi piace fare e passate oltre a questo che ho scritto, ma ricordate, se io vedo la vostra mappa astrale…. non potete raccontarmi bugie… vi becco subito J
Ah… dimenticavo…. se volete contraddirmi su quanto ho scritto e salvo che non siate Astrologi professionisti…. documentatevi prima… sono molto preparata sull’argomento J

3 commenti:

  1. Adorabile! io pure bilancia con marte in bilancia, venere in vergine, mercurio in scorpione e giove e luna in pesci.
    Mi trovi d'accordo su tutto!!

    RispondiElimina
  2. Non solo sottoscrivo ma salverò questo post per poterlo leggere e rileggere nel mio quotidiano. Che forza che hai! E hai la capacità di far pensare a chi ti legge di poter trovare la stessa forza :-) Io già ci sto provando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo quello che dici, mi piace che le persone si sentano motivate da qualcosa e cerco davvero di trasmettere pensieri ed emozioni. E quando arrivano a qualcuno sono felice.

      Elimina