domenica 25 novembre 2012

Come rugiada


(Dedicata a tutte le donne incinte) 


Questo amore,

tu lo fai salire dal profondo

come il giglio dalle acque

e mi chiedi di darti

altri occhi, altre labbra,

con cui godere il mondo.

Ed io così tenera,

farò in modo

che questo strano volere

della vita…si compia…

Per te, che mi doni

questo modo strano

di muovermi fra le cose,

per te, che riposi lievemente

sul mio cuore,

…come rugiada sull’erba…



Nessun commento:

Posta un commento