venerdì 22 gennaio 2016

Vietato vietare?

Una considerazione che mi è salita alla mente e che voglio esternarvi se avrete la pazienza di leggermi.
Ho notato che fa molto "giusto" dichiararsi pro famiglie composte anche da genitori dello stesso sesso e combattere battaglie contro l'omofobia e condividere contenuti che inneggino alla libertà della persona e nel contempo schierarsi compatti contro chi manifesta una approvazione ad un ristoratore che dichiara di non volere bambini piccoli nel proprio locale.
Lo so bene anch'io che non è la stessa cosa ma c'è un denominatore comune. Continuate a seguirmi.
Ecco vorrei farvi notare che sono battaglie per la libertà della persona e il non incasellamento in un cliché della serie:
FAMIGLIA "GIUSTA" uguale a genitori con bambini
-che possono fare qualunque cosa e andare ovunque perché tutti i bambini sono buoni e siamo stati tutti bambini -
non fa degli altri persone sbagliate ma semplicemente persone che rivendicano la propria legittima libertà di trovare luoghi dove stare in tranquillità.
Così come trovo giusto che chi ha cani possa andare al ristorante (purché il cane non sbavi sul cibo degli altri commensali) ma trovo anche giusto che alcuni ristoranti (e alberghi) non accettino animali perché così, chi è allergico, possa andare a mangiare o in vacanza senza lacrimare e senza spray al cortisone.
Insomma miei cari anche in questo caso stiamo entrando in un loop simil vegano o carnivoro.
Quindi ben venga la discussione (che sulla mia bacheca è stata corretta è ragionevole) ma le offese e le ironiche domande sul fatto che uno abbia figli o meno - come se l'assenza di figli fosse la discriminante per giudicare l'intelligenza e il discernimento di una persona - mi pare veramente ridicolo. E si, non ho figli, ma ho fatto l'insegnante di scuola materna tanti anni fa e mi permetto di avere un po' di conoscenza della materia puericultura e affini.
Quindi combattiamo pure le giuste battaglie affinché tutti abbiamo gli stessi diritti e la libertà di fare ciò che più ci aggrada NEL RISPETTO DELLA LIBERTÀ ALTRUI.
Libertà che passa anche attraverso l'accettazione che esista un ristorante di carne alla brace cosi come un ristorante vegano e pure un ristorante per "soli adulti"
Ho finito vostro onore.

Nessun commento:

Posta un commento